Ricerca

L’aspetto qualitativo di un prodotto è frutto di un lavoro di ricerca e analisi che comporta l’acquisizione di conoscenze specifiche, dalle materie prime agli sviluppi di processo, dalle specificità dell’articolistica alla realizzazione di un manufatto.

Nel rispetto del Regolamento Reach, ed in linea con la filosofia aziendale di Tecnochimica, i responsabili dei nostri laboratori di ricerca e sviluppo, costantemente aggiornati su tecniche e normative, analizzano le varie materie prime e gli articoli da trattare e, disponendo di strumentazioni ad alta tecnologia.

Siamo in grado di mettere a punto prodotti e sistemi d’avanguardia per supportare l’attività della conceria, per assecondarne le richieste e realizzare ausiliari tailor made, realizzati con prodotti chimici specifici e sostenibili, con un’attenzione particolare all’impatto ecologico ed ambientale.

BANDI PUBBLICI

  • POR FESR Toscana 2014-2020 – AZIONE 3.4.2- Incentivi all’acquisto di servizi a supporto dell’internazionalizzazione in favore delle PMI Progetto I.T.I “Internazionalizzazione Tecnochimica India” 

Il programma di investimento di Tecnochimica è finalizzato all’inserimento commerciale dell’azienda nel mercato asiatico, con particolare riferimento a quello indiano. A tal fine il management dell’azienda ha sviluppato un progetto di promozione commerciale costruito su una serie di azioni: partecipazione a due eventi fieristici in India e Hong Kong, apertura Showroom a Calcutta (India), contratto con società indiana intermediaria che metterà a disposizione un manager dedicato, azioni di comunicazione e pubblicità sul mercato asiatico, organizzazione eventi incoming per operatori indiani.

  • POR FESR Toscana 2014-2020 – Azione 1.1.5 Bando N°1 Progetti strategici di ricerca e sviluppo- Progetto “COOLSUN”

Il progetto si basa sull’analisi degli effetti delle radiazioni nella regione del vicino infrarosso (Near InfraRed – NIR), non rilevabili dall’occhio umano, il cui assorbimento da parte di un oggetto ne causa un aumento di temperatura. I pigmenti capaci di interagire nel NIR, detti NIR-riflettenti, riducono il riscaldamento degli oggetti trattati. Per questo motivo la proprietà NIR-riflettente è utile nelle applicazioni in cui è necessario attenuare il riscaldamento solare, quali per esempio coperture per edifici, pelletteria, coperture e trasporto di materiali termosensibili.

Fino a oggi, la riflettività NIR è stata ottenuta con l’uso di pigmenti di natura inorganica, che sono tuttavia costosi e tossici. La chiave per ottenere rivestimenti innovativi è invece quella di produrre pigmenti NIR-riflettenti organici per ovviare agli inconvenienti relativi a costi, impatti ambientali, efficienza e colore degli attuali pigmenti inorganici in commercio.

Il progetto COOLSUN focalizza, quindi, l’attenzione su pigmenti NIR-riflettenti di natura organica, in particolare quelli a struttura perilenica, dei quali è possibile mediante semplici modifiche chimiche modulare le loro proprietà ottiche e chimico-fisiche e limitare la loro tossicità, oltre a permettere una diminuzione dei costi di produzione. Inoltre, essi esibiscono tutte le caratteristiche dei pigmenti ad alta efficienza come un’elevata stabilità termica, alta forza colorante, stabilità agli agenti atmosferici e foto-stabilità. Anche se recenti studi hanno suggerito come sia possibile sviluppare questi nuovi pigmenti per ottenere prodotti coloranti altamente efficienti, il loro comportamento nella regione NIR non è ancora stato studiato in dettaglio.

  • POR CREO FESR Toscana 2014-2020 – AZIONE 1.1.2 Sub-azione A e B- Bando innovazione: Progetto C. A. B Concia Alternativa Biocompatibile

Il settore conciario soffre ormai da tempo di un endemico impatto ambientale negativo a causa della presenza di cloruri, solfati e cromo nelle acque di scarico delle concerie. Scopo del progetto è lo sviluppo di un nuovo sistema di concia ecologica alternativa, senza cromo, ma eseguita con agenti polimerici a base acrilica ad elevata compatibilità ambientale che consentirebbe l’eliminazione delle sostanze tossiche nelle acque reflue e il recupero dei prodotti di scarto. L’investimento previsto da Tecnochimica è costituito dall’implementazione di uno studio teorico e sperimentale, interventi ed additivazioni per la realizzazione di processi di Concia Alternativi Biocompatibili (C.A.B). Uno tra i principali vantaggi è ottenere pellame esente dal cromo, con più alta qualità e maggiore durata di vita, incrementando le resistenze alla lavabilità, all’usura e aumentando elasticità delle pelli. L’assenza di cromo nel pellame comporterà un effetto positivo sulla salute dei lavoratori del comparto pelle e cuoio, sull’ambiente e utilizzatori finali di pelle, oltre a rendere più facile il riciclo completo dei residui di lavorazione del pellame e dei prodotti a fine vita.

  • POR FESR Toscana 2014-2020 ASSE I° – AZIONE 1.1.2 :“Sostegno ai processi di innovazione nelle MPMI e Aiuti all’acquisizione di servizi innovativi” – Progetto PRO. MO. CHI-“ Proteine Modificate Chimicamente “

Il progetto in collaborazione con il Diparimento di Chimica dell’Università di Pisa prevede

l’implementazione di uno studio teorico e sperimentale per la realizzazione di prodotti chimici destinati ad uso conciario derivati da idrolizzati proteici e sperimentazione di processi di concia alternativi e biocompatibili.

Riuscire ad identificare potenziali processi che consentano la funzionalizzazione e la modificazione chimica di idrolizzati proteici provenienti da scarti di lavorazione del cuoio o di altre filiere quali la macellazione, utili a poter condurre le operazioni di concia di riconcia o di finitura della pelle evitando o riducendo l’impiego di reattivi contenenti sali di cromo.

LANGUAGE »